1 Accademia Romanesca

 Lo scopo principale dell’Accademia è quello di divulgare e rendere accessibile a tutti il dialetto “romanesco”, attraverso la lettura e lo studio dei testi dei migliori autori dialettali del passato e del presente. La associazione ha pubblicato la “Grammatica romanesca” attraverso i soliti canali ed anche attraverso accordi con le scuole. Nel secondo semestre del 2020 sono in preparazione due commedie dialettali dei soci e visite guidate a Roma e dintorni. Infine sta curando pubblicazioni di testi che riguardano Roma e la sua cultura. Obiettivo nel medio periodo è diventare per tutti un punto di riferimento per il dialetto e la cultura romana.
2 Ars in Urbe
La nostra intenzione è quella di continuare nella divulgazione della promozione territoriale tramite visite guidate storico-archeologico-geologico-naturalistiche, eventi di ricostruzione storica e artistico teatrale/musicale. Negli ultimi anni ha sviluppato delle attività nelle periferie romane (VIII, IX, X, V, VII), luoghi spesso non conosciuti ma ricchi di storia.

3 Bibliocanto

“Bibliocanto” è il nome di un coro polifonico con un repertorio molto vario, che si è andato specializzando nel tempo in musica tradizionale italiana e internazionale, con qualche incursione nella musica rinascimentale profana e spirituale. Nasce a Roma nell’ottobre del 2015, per iniziativa di alcuni coristi che, partendo da altre esperienze, volevano dar vita ad un nuovo coro nel quartiere di Spinaceto. Nostro desiderio è esprimere attraverso il canto il nostro amore per la musica e la cultura, trasmettendolo a chi ci ascolta. Abbiamo, però, bisogno di rinforzare le nostre fila con nuove voci maschili, in netta minoranza rispetto a quelle femminili.

4 Coro Polifonico SIAE

 

5 Destination West Africa

 

L’associazione nasce nel 2010 nella periferia sud di Roma per diffondere valori di pace ed integrazione e la promozione culturale del continente africano attraverso il sostegno e l’empowerment di realtà locali.
DWA rappresenta un polo culturale di riferimento per un vasto movimento di interesse verso le arti tradizionali performative del West Africa. Attraverso l’arte abbiamo fatto conoscere a centinaia di persone un’Africa ricca e fuori dagli stereotipi, cambiando radicalmente l’errata percezione di questo continente.
Promuove iniziative culturali e di sensibilizzazione, laboratori nelle scuole, azioni di raccolta fondi e cooperazione, mette in rete professionalità e competenze strategiche per l’elaborazione di progetti innovativi in ambito culturale e sostegno a realtà locali in Africa. Oggi grazie costante acquisizione di competenze alle esperienze personali di alcuni membri del consiglio direttivo in ambito della cooperazione internazionale, l’associazione ha ampliato i suoi progetti con attività di cooperazione implementate in Mali e Guinea con il supporto di consolidati partner locali.

4 Impronta Sonora

 L’Associazione Culturale Musicale “Impronta Sonora” , che non ha fini di lucro, apolitica e apartitica, è nata nel maggio del 2006, persegue finalità di carattere culturale, specialmente in campo musicale, con particolare attenzione sia alla musica classica sia alla musica contemporanea. L’associazione è nata dalla trasformazione dell’Associazione Culturale Musicale “Specchio Sonoro”, nata nel febbraio del 1997 e sciolta nel 2006 per formare la nuova i cui soci fondatori provengono esclusivamente dal mondo della scuola e dall’insegnamento delle discipline musicali. Subito dopo la costituzione, l’associazione ha ereditato l’iscrizione all’albo della Consulta della Cultura del Municipio IX (già XII) ed ha proseguito le attività della preesistente scuola di musica iniziata nel 2000 e da allora Impronta Sonora continua a gestire i corsi di strumento musicale e di canto diretta sempre dal M° Flavia Bolognesi nella sede di via Divisione Torino 119 Roma presso l’Istituto Comprensivo I. Montanelli.
L’Associazione realizza concerti di musica classica presso varie sale in Roma e spettacoli di musica leggera sia in collaborazione con amministrazioni comunali in Italia sia in proprio. In particolare nelle stagioni 2007-2008 e 2008-2009 l’Associazione ha organizzato concerti dei maestri docenti della scuola di musica ed altre manifestazioni presso istituzioni scolastiche del Municipio IX.

5 INdipendenza

6 Interactive Language

 

7 ItaliAllegra

L’associazione Culturale ItaliAllegra nasce nel 1996 da un’idea di Claudio Zitti e della cantante Ina Casalino, che decidono di mettere a disposizione di un territorio difficile, le esperienze e la professionalità acquisita negli anni. La risposta dei cittadini ha dimostrato da subito che l’attività di ItaliAllegra colmava una carenza istituzionale e rispondeva ad una richiesta urgente di un territorio spesso dimenticato: La “ItaliAllegra” si occupa dell’organizzazione artistica di spettacoli ed eventi di ogni tipo. A tal fine si avvale di artisti emergenti di talento e di grandi nomi dello spettacolo italiani e stranieri.
Inoltre l’associazione promuove la didattica e la diffusione della musica come strumento per diffondere la cultura del rispetto reciproco e della convivenza pacifica, specialmente a Spinaceto, periferia romana dove non esistono molte possibilità di fruizione culturale e di confronto artistico. Negli anni l’associazione è divenuta un punto di riferimento importante per gli abitanti del IX Municipio. L’associazione sceglie la collaborazione tra associazioni e territorio per una crescita collettiva.

7 La Leche League Italia – Gruppo Roma Eur

 

8 La Mimosa

L'associazione ASDCST LA MIMOSA nasce nella scuola per essere opportunità di incontro conoscenza e condivisione. Come il suo acronimo dice ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA CULTURALE SCUOLA TERRITORIO.
Si evince così una vocazione di sostegno alla scuola in tutte le sfaccettature dello sport e della cultura cercando da 20 anni di rispondere ai bisogni e alle passioni di bambini, ragazzi e adulti di tutte le scuole di ogni ordine e grado e del loro territorio.

9 La Vigna

 

10 Le Artivendole

L'associazione culturale “le Artivendole” ha come scopo quello di diffondere la musica e le arti al pubblico più ampio possibile. Nel breve periodo vorrebbe fare questo soprattutto rivolgendosi ad un pubblico che ha necessità specifiche come quello delle persone cosìddette fragili attraverso laboratori ed eventi inclusivi.

11 Libera Presidio “Ilaria Alpi – Miran Hrovatin

 

12 MeravigliARTE, l’arte in ogni senso

 

13 Officina delle Culture

 

 

L’Officina delle culture è un’associazione che si propone come un soggetto che promuove la diffusione delle arti come insieme di culture in movimento, in confronto, in continuo scambio e reciproco arricchimento, che vuole valorizzare la migrazione di idee, valori, esperienze e sostenere una nuova solidarietà tra gli esseri umani. La nostra associazione, già riconosciuta associazione di promozione sociale dalla Regione Lazio, ed iscritta al registro Unar dal novembre 2016, nasce dall’esperienza interna al Comitato promotore per un Centro interculturale a Roma. L’Officina sceglie l’approfondimento per rendere visibile la costante trasformazione del pensiero e del vissuto contemporaneo all’interno di un reciproco rispetto che smentisca chi vuole strategicamente rendere sinonimi le parole multiculturalità e conflitto.
L’Officina ricerca azioni, proposte culturali e strategie necessarie per stimolare un atteggiamento di apertura creativa per la collaborazione di artisti di varia provenienza mirando a creare legami e reti capaci di far emergere le differenze come le affinità tra le più diverse ricerche artistiche provenienti dai più diversi luoghi del mondo. Lo sguardo internazionale non cancella la necessità di radicare le proposte a una specificità territoriale. L’Officina delle Culture fa parte della Consulta della Cultura del Municipio Roma IX per essere in rete su un territorio che ha bisogno di maggiore vivacità culturale. Perché crede nel confronto e nella collaborazione.

14 OperaDecima a.p.s.

 

Nasce da un gruppo di professionisti del mondo culturale, col fine di promuovere, divulgare e produrre attività artistiche e formative, prevalentemente nel territorio di appartenenza. Nel 2002 diventa Associazione di Promozione Sociale (volontariato culturale). E’ divisa in settori: Architettura e Ambiente; BelleArti; Cinema; Formazione; Letteratura e Poesia; Musica; Integrazione Culturale Disabili; Teatro. Annualmente, organizza il Carnevale di Decima. La attività prioritaria è lo spettacolo dal vivo e in secondo, ma non ultimo la produzione cinematografica, letteratura e poesia, e la formazione.

15 Tam Tam

 L'associazione TAMTAM nasce con l'intento di approfondire e divulgare i problemi della comunicazione legati alla innovazione digitale; il nostro obiettivo è quello di un approfondimento su questi temi proponendo iniziative culturali multimediali.

16 Vivere In… Onlus

 L’associazione nasce nel 2005 nella periferia sud di Roma. Lo scopo dell'Associazione è la tutela e valorizzazione della natura, dell'ambiente e dei diritti civili.
L’Associazione Vivere In...APS si prefigge di perseguire, in particolare nei territori municipali di Roma Capitale, il raggiungimento di una più elevata qualità della vita delle persone nelle realtà in cui interviene e la promozione di modelli di sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Svolge inoltre attività di conduzione e coltivazione mediante i propri soci, di orti e giardini urbani e, attraverso la partecipazione a bandi e avvisi pubblici, sia in prima persona che come stakeholder, lavora nel contesto europeo e mondiale per la diffusione dei propri valori e l'incremento e miglioramento delle proprie attività.

17 Viviamo Vitinia


L'Associazione Viviamo Vitinia Onlus nasce nel 1999 con lo scopo di ricavare un parco da un'area militare in dismissione. Un progetto ambizioso che ha dato prestissimo un primo ottimo risultato giacché abbiamo ottenuto la sottoscrizione di un Protocollo d'intesa tra Ministero della Difesa e Comune di Roma. Un atto che si è rivelato tuttavia un'arma a doppio taglio in quanto l'Accordo di Programma che ha fatto seguito al Protocollo d'intesa ne ha stravolto i contenuti consentendo l'inserimento nel NPRG di un Ambito di Trasformazione che non rispetta gli impegni presi con l'associazione e con i cittadini che ci hanno sostenuto per contrastare la cementificazione di una parte dell'area. La battaglia è tuttora oggetto di contestazione per il rispetto che l'area merita ma è impossibile sintetizzare in questo contesto la sua evoluzione nel corso dei ventuno anni trascorsi. Sicura del sostegno della Consulta, sarà mia cura fornire aggiornamenti e chiamare tutti a raccolta perché questo è il primo tra gli obiettivi statutari della mia Associazione. Mi riservo qualche remora circa la stima del periodo temporale che non potrà certo essere brevissimo.
Gli altri obiettivi statutari riguardano la tutela dell'ambiente, la difesa dei diritti civili, il contrasto al degrado, al disagio sociale e molto altro..., ovviamente, con uno sguardo diretto alla soluzione degli innumerevoli problemi che ledono la qualità della vita nel nostro quartiere del quale ci siamo occupati per anni da soli in quanto eravamo l'unica entità presente. Il nostro interesse va comunque oltre la difesa del territorio circostanziato considerato che le battaglie che affrontiamo necessitano di interventi normativi a più ampio raggio.